Le consulenza naturopatica è un colloquio tra me e la persona che decide di intraprendere un percorso volto a migliorare il suo stato di salute.
Durante il colloquio mi vengono riportate tutte le problematiche che si vogliono riequilibrare.
Si procede con un’anamnesi molto completa e dettagliata, in modo da indagare al meglio tutti gli aspetti che possono essere coinvolti nello squilibrio da trattare. Ad esempio valutiamo com’è la qualità del sonno, che spesso è alla base di altri squilibri; o com’è l’energia durante la giornata. Nel caso delle donne teniamo molto in considerazione l’aspetto del ciclo mestruale o di quello menopausale, in base alle età.
Si approfondiscono quindi molteplici aspetti legati al nostro benessere, non solo i disturbi che sono già in atto.

Dopo il colloquio effettuo il test kinesiologico, ovvero un test muscolare che costituisce uno dei mezzi usati universalmente in kinesiologia, attraverso il quale il terapista penetra nel sistema di comunicazione del corpo, raccoglie le informazioni sullo stato dell’individuo, agisce sulla base delle informazioni ricevute e ricontrolla per accertarsi che il trattamento sia stato efficace.

Un’altro concetto importantissimo, che cerco di trasmettere durante i consulti, riguarda la naturopatia come strumento per fare prevenzione.
Il ruolo del Naturopata infatti è quello rieducare a stili di vita più corretti, per fare prima di tutto prevenzione primaria.

Le problematiche principali per le quali si ottengono ottimi risultati sono le seguenti:

Olii essenziali

Terminata la consulenza mi impegno per dare subito qualche strumento da utilizzare anche nel quotidiano, laddove possibile.
Infine nel giro di un paio di giorni, invio una email con un piano benessere dettagliato, nel quale consiglio i rimedi da assumere e le indicazioni da seguire.

Il piano benessere può includere l’assunzione di fitoterapici, floriterapici (o meglio conosciuti come i fiori di Bach), oligoelementi, consigli per un alimentazione più sana e consigli sull’attività fisica.